La nostra storia

La storia di Q-BRICKS® è iniziata in Italia 40 anni fa con il signor Bisello e questa è la sua storia:

‘quando LEGO fece il suo ingresso sul mercato, tra la fine degli anni ‘50 e l'inizio degli anni ‘60 del XX secolo, io ero ancora un bambino e mi appassionai al nuovo gioco di costruzioni con i mattoncini ad incastro. Quando poi sono cresciuto e ho iniziato a lavorare come tecnico specializzato esperto nel campo delle materie plastiche, ho avuto modo di conoscere meglio il fenomeno LEGO, anche attraverso pezzi pubblicizzati su riviste specializzate. LEGO non era solo un “giocattolo”, ma anche un fenomeno industriale di grande importanza. Fin dai primi anni ‘70 LEGO possedeva più di un migliaio di presse per stampaggio per la produzione di mattoncini, e faceva uso di migliaia di tonnellate di materia prima. Si trattava quindi di una realtà importante anche dal punto di vista economico e industriale.

 

Dopo la scadenza del brevetto negli anni ‘80, alcuni concorrenti hanno iniziato a produrre un mattoncino compatibile e ho pensato di poterlo fabbricare anch'io. Essendo un grande appassionato di costruzioni giocattolo e un tecnico specializzato, sarei stato in grado di produrre una copia tecnicamente all'altezza dell'originale LEGO. Ho quindi letto e studiato il testo originale del brevetto LEGO per capire il principio dell'incastro, alla luce del mio know-how sulla termoplastica. Ho compreso, che per ottenere una copia veramente compatibile con LEGO, avrei dovuto lavorare con una precisione al centesimo di millimetro. Gli stampi ad alta precisione, estremamente costosi e fragili, erano una condizione essenziale per un prodotto di qualità. Pertanto, ho deciso di costruire alcuni stampi per forme di base (2x4 ; 1x4 ; 2x2 ; 1x2 ; 1x1), nella speranza di ampliare la gamma. Purtroppo i tempi non erano ancora maturi. Nonostante il brevetto fosse già scaduto, LEGO portò avanti una feroce battaglia legale per molti anni, condotta con molte risorse e utilizzando ogni scappatoia legale, al fine di ritardare l'ingresso dei concorrenti sul mercato. L'investimento per produrre i primi stampi mi lasciò finanziariamente a terra e non fui in grado di sostenere i costi di una causa contro la LEGO. Perciò dovetti mettere in pausa la produzione di mattoncini LEGO compatibili, fino a quando la Corte Europea non emise nel 2010 la sentenza definitiva.

 

Oggi, dopo più di trent'anni, le matrici costruite alla fine degli anni ‘80, conservate con cura e attenzione, riprendono a produrre e rivelano la loro età: i mattoncini sono una copia dei primi e più robusti LEGO, con una parete spessa 1,5 mm. I mattoncini LEGO attualmente disponibili sul mercato hanno una parete più sottile, essendo ora di solo 1,2 mm di spessore e ci sono supporti su entrambi i lati del cilindro centrale. Questo modello è ancora usato in tutti i mattoncini LEGO ed è copiato dalla maggior parte dei concorrenti che producono mattoncini LEGO-compatibili. Il modello attuale è più flessibile, ma più fragile. I nostri mattoncini sono robusti come i LEGO originali degli anni ‘60. Pertanto, i Q-BRICKS® sono adatti ai fan del “revival retrò”, che preferiscono una struttura semplice ma robusta, particolarmente adatta a costruzioni grandi e molto stabili.

                                                                                                                                 

Registrando il nostro nuovo marchio Q-BRICKS®, i nostri prodotti vengono proposti soprattutto agli appassionati della filosofia LEGO delle origini: pochi pezzi base, robusti e precisi, che lasciano libero sfogo all’immaginazione. In contrasto con l'attuale tendenza del mercato incentrata su costruzioni complesse, composte da molti pezzi speciali. Noi ammiriamo tecnicamente questi straordinari prodotti della LEGO e di altri concorrenti, ma ci atteniamo allo schema di molti anni or sono, lo schema che usavo quando ero bambino e giocavo quasi solo con i mattoncini 2x4. A quel tempo il gioco consisteva nel montare e smontare qualcosa per ore, utilizzando dei mattoni che venivano prima montati e poi smontati alla fine del gioco, creando così ogni volta un nuovo soggetto. Ma ora, con le costruzioni più complesse, composte da molti pezzi speciali, il soggetto è seduto sul tavolo e non puoi più giocarci o smontarlo per ottenere qualcosa di nuovo.

 

Da settembre 2020 Q-BRICKS®, è gestita dalla Slovenia:

Location

 

 

da Jaka Bizjak e Urška Debevec con la stessa filosofia di base, ma con rinnovata energia. L'obiettivo di Q-BRICKS® è di espandere il mercato anche al di fuori dell'UE e di ampliare il portafoglio di prodotti nei limiti del programma Classic, dove la creatività dell'individuo può avere libero sfogo. Nel prossimo futuro aspettatevi cose nuove e buone.

 

Vi auguriamo un piacevole ritorno al passato con i nostri Q-BRICKS®.

Nella foto sono (da sinistra a destra): Urška Debevec, Daniele Bisello e Jaka Bizjak.

 

 

Creditworthiness